• IT
Zanellato Bortotto

Zanellato Bortotto

Fondato a Treviso nel 2013, lo studio Zanellato Bortotto è nato dall'unione creativa di Giorgia Zanellato e Daniele Bortotto.
Entrambi laureati presso lo IUAV di Venezia in disegno industriale, proseguono poi i loro studi presso l’ECAL, in Svizzera.

Una volta completati gli studi, intraprendono percorsi personali: Giorgia entra a far parte del team di design di Fabrica, mentre Daniele lavora per un periodo per il designer svizzero Adrien Rovero. La prima collaborazione dei designer come duo è il lavoro Acqua Alta, una collezione dedicata alla città di Venezia che viene presentata al Salone del Mobile a Milano nel 2013.
Il progetto si distingue fin da subito, ed è l’occasione per cimentarsi in un lungo e accurato percorso di ricerca che continua fino a oggi.

Oltre a vedere esposti i propri lavori presso diversi musei quali MAXXI Roma, la Triennale Design Museum e il Museo Poldi Pezzoli, lo studio Zanellato Bortotto ha all'attivo diversi contributi con nomi italiani ed internazionali del design tra cui Nilufar, Moroso, Rubelli, Tod’s, Alcantara. Dalla collaborazione con Cappellini nasce il tappeto Arengario, un sentito omaggio ai Maestri del Design che hanno realizzato l'iconico edificio milanese.